Google+ Badge

sabato 22 dicembre 2012

Almeno 20 - 25 %

E' il risultato che tra un paio di mesi otterrà Silvio Berlusconi dal voto
.
Se vi sembra troppo, riflettete su questi punti.

1) Il Cavaliere si è opportunamente tirato indietro l'anno scorso per lasciare che Mario Monti facesse il lavoro sporco richiesto dall'Europa; si è dimostrato responsabile.
2) Ha accettato di sostenere il governo Monti assieme addirittura al PD, dimostrando di non essere per nulla attaccato al potere e di non avere pregiudizi di alleanza quando c'è da salvare il Paese.
3) Ha permesso (indotto?) che il governo Monti rimettesse la tassa IMU sulla prima casa, così che in campagna elettorale potrà ancora una volta cavalcarne la promessa abolizione, come avvenne con l'ICI.
4) L'unico vero avversario, il PD, ha accettato l'ammucchiata pro-Monti dimostrando un presunto senso di responsabilità ma ora non può più seriamente impersonare una vera alternativa.
5) Il PD, proprio con le primarie di cui si vanta, in cui il confronto Bersani-Renzi era in realtà uno scontro tra posizioni che in qualunque circolo o pro-loco verrebbero ritenute inconcilabili tra loro, ha dimostrato una volta per tutte di non avere un minimo di identità in cui riconoscersi, per cui impugnerà ancora una volta il vessillo anti Cavaliere.
6) La potenza di fuoco finanziaria e televisiva di Silvio Berlusconi non ha paragoni, è smisurata e  più che collaudata.

Tra il 20 e il 25%.


cavallo di Troia
alla faccia del popolo sovrano

Nessun commento:

Posta un commento