Google+ Badge

martedì 16 luglio 2013

Il Vero Restitution Day

I deputati del Movimento 5 Stelle hanno celebrato la restituzione di un milione e mezzo di denaro pubblico dopo pochi mesi di mandato (**).

Onore al merito.
Sono soldi risparmiati grazie alla loro sobrietà e possiamo soltanto ringraziarli di questo gesto forte e concreto, con la certezza che nessun altro seguirà l'esempio.

Ma ci sarebbero altri conti da saldare nel dopo voto, forse anche più pesanti.

Perché stavolta i partiti han passato il segno col loro
comportamento vergognoso.

Non per aver formato un governo che era l'unico possibile, ma perché al momento di prendersi le responsabilità che dovrebbero essere la ragione della loro esistenza, hanno immediatamente sciolto le alleanze elettorali.

Un repentino voltafaccia con cui PD e SEL da una parte, PDL e Lega dall'altra han fatto come se non si conoscessero, tanto che oggi abbiamo SEL e Lega all'opposizione.

Coalizioni elettorali da operetta che non hanno retto neppure un mese, in pratica già sciolte dopo la conta dei voti.

Comportamento indegno e disdicevole da parte di tutti e quattro i partiti in questione.

Ma se fosse possibile PD e SEL, che hanno usufruito come coalizione del premio di maggioranza, dovrebbero restituirlo.

Perché, come coalizione temporanea ed opportunistica, alla Camera hanno superato gli altri di un misero 0,4% ed hanno avuto più del doppio dei deputati. (**)

Lo so che è irrealizzabile, ma qualcosa di simbolico bisognerebbe inventarsi e quello sì che sarebbe un grandioso Restitution Day.

La restituzione di un po' di dignità al nostro voto.


elezioni 2013 - II
cambiare le carte in tavola 

Nessun commento:

Posta un commento