Google+ Badge

lunedì 21 settembre 2015

La Tav e l'Antimuffa

Il poeta Erri De Luca è sotto processo per istigazione a delinquere in merito al sabotaggio della erigenda linea TAV Torino-Lione (o Lione-Torino, non ricordo).

Sicuramente inquirenti e giudici hanno le loro ragioni.
Sicuramente De Luca ha il diritto di difendersi in tutti i modi legittimi e pertinenti (tra questi non rientra l'aver scritto testi di sublime poesia, perché anche Nerone suonava l'arpa).

Tengo a precisare di essere più a favore che contro la TAV (anche se di poco), e di ammirare le opere di Erri De Luca ma fino a un certo punto.

Però...possibile che non ci siano reati più allarmanti e pericolosi da perseguire?
Oppure li avete già condannati tutti e vi resta tempo per questo signore qua?

Personalmente condanno tutte le incursioni violente o distruttive delle bande no-Tav, ma possibile che il povero De Luca le abbia scatenate lui?!

A lasciarlo stare credo si farebbe miglior figura.

Riporto un fatto analogo seppur, come si dice, in sedicesimo.

La signora del piano terra con le finestre a livello marmitte che pretende che gli universitari inquilini paghino il trattamento anti muffa, essendosi la stessa formata solo (?) a causa della non sufficiente aerazione (a base di monossido di carbonio), ha sicuramente la legge dalla sua, ma il peso del buonsenso è tale che dovrebbe solo tacere e chiamare l'imbianchino.



Erri De Luca, procura di Torino chiede condanna a 8 mesi: “Le sue parole hanno effetto sul movimento No Tav” (Il Fatto Quotidiano)

magistrati in sciopero
infangare a piacimento

Nessun commento:

Posta un commento